COME AFFRONTARE GLI SVANTAGGI DELLO SMART WORKING - BLOG - Sicurezza sul Lavoro e Formazione
Vai ai contenuti
COME AFFRONTARE GLI SVANTAGGI DELLO SMART WORKING
Sicurezza sul Lavoro e Formazione
 
UN ANNO DI SMART WORING: I PESSIMISTI E IL BICCHIERE MEZZO VUOTO
Nell’articolo precedente abbiamo considerato i principali vantaggi che ha portato, per alcuni, la pratica dello smart working.
Ma, come si suol dire, ogni medaglia ha il suo rovescio e in ogni analisi che si rispetti è necessario valutare sia i pro che i contro.
Quindi eccoci a vagliare quelli che si possono considerare i più comuni:

 
SVANTAGGI DELLO SMART WORKING (E I NOSTRI CONSIGLI PER AFFRONTARLI!)

 
  • Paura di non staccare mai dal lavoro
    Il timore è quello di non riuscire a scindere il lavoro dalla vita privata dal momento che, lavorando in casa, l’ambiente privato per antonomasia, viene a mancare quella separazione che invece si tende ad avere entrando in ufficio (questo soprattutto in quei casi in cui ci si trova a dover condividere spazi e strumentazione con altri componenti della propria famiglia).
    IL NOSTRO CONSIGLIO: ritagliatevi, per quanto possibile, uno spazio che sia solo per il lavoro, da tener  separato da quelle che possono essere delle zone relax o di svago.
    Stabilite il giusto tempo per la vostra professione e quello invece da dedicare alla vostra vita e i vostri affetti nel rispetto di entrambi.  

 
  • Distrazioni e gestione del tempo
    Sappiamo come la nostra casa possa essere fonte di polle distrazioni: dall’arrivo del   corriere, le ricerche sul web, il cane da portar fuori, al piccolo pit-stop in zona frigo…
    IL NOSTRO CONSIGLIO: stabilire pause programmate.
    Imparando a gestire al meglio il proprio tempo, non solo si riesce ad arginarle, ma addirittura può migliorare il vostro rendimento sul vostro lavoro! (ricordiamoci che le pause sono necessarie!)
  
  • Postazione improvvisata
    E’ stato sicuramente un problema, in particolar modo durante il primo lockdown; molti lavoratori si sono ritrovati da un giorno all’altro a passare dalla postazione ottimale del proprio ufficio al ritrovarsi a cercare un tavolo e una sedia in casa. Le aziende non erano pronte a fornire il materiale necessario, così ci si è adeguati con ciò che si aveva. E negli spazi che si possedevano!  
    IL NOSTRO CONSIGLIO: non sottovalutare l’importanza di una adeguata postazione di lavoro (qualunque sia la sua dimensione), sia per la propria produttività che per la propria salute! In ufficio tutto questo è garantito da regole, basate anche sull’ergonomia, che tutelano la salute del dipendente. Le stesse che dovrebbero essere prese in considerazione anche per chi lavora da remoto.
    IL NOSTRO CONSIGLIO 2: prestate attenzione al nostro prossimo articolo. Abbiamo preparato per voi la GUIDA PER IL LAVORATORE IN SMART WORKING!

  • Sentirsi isolati rispetto all’azienda
    Lavorare da casa potrebbe portare a sentirsi escluso rispetto al rapporto coi colleghi o con l’azienda in cui si svolge la propria professione; viene a mancare  quello scambio quotidiano non solo di routine lavorativa, ma anche di confronto umano.  
    Si perde quella che è la vita d’ufficio, magari un tempo denigrata, ma la cui assenza si potrebbe far sentire.
    IL NOSTRO CONSIGLIO: restare connessi attraverso video conferenze o telefonate per non perdere la relazione con l’azienda e la realtà del proprio lavoro e colleghi.  

Nota a parte: lavorare con bambini piccoli in casa.
Durante il lockdown alcune famiglie si sono ritrovate a dover gestire non solo il proprio lavoro, ritagliandosi uno spazio in casa, ma doverlo condividere con la propria prole... Fortunatamente il lento ritorno alla normalità ha riportato alla riapertura di scuole e asili nido, che sono un aiuto non solo per chi lavora  da casa, ma anche per la socialità dei piccoli.

 
SVANTAGGI PER LE AZIENDE CHE UTILIZZANO LO SMART WORKING

  • MINOR MONITORAGGIO DEL LAVORO
  • Anche i datori di lavoro possono avere delle perplessità legate al relazionarsi a distanza coi propri dipendenti. Per molti è fondamentale poter seguire direttamente il lavoro dei propri dipendenti (questo in modo particolare per quanto riguarda il settore dell’artigianato).
    Essere presenti durante lo svolgimento delle mansioni li rende partecipi di ogni operazione svolta nella propria azienda, di   cui sono responsabili.
    Collaborare con un lavoratore in smart worikng li fa sentire meno presenti nelle varie fasi della lavorazione. Ma è davvero uno svantaggio?

    In che modo l’utilizzo dello smart working potrebbe tramutarsi in un vantaggio?
  • Stabilisce un rapporto di maggior fiducia con i propri lavoratori
    Il lavoro da remoto presuppone che ci sia fiducia verso i propri dipendenti, considerandoli responsabili delle proprie mansioni e confidando nelle loro competenze. Anche se lavorano lontano dalla loro super visione e dai loro consigli.
    Lasciare un margine maggiore di libertà di manovra ai propri lavoratori li renderà maggiormente responsabili e quindi più produttivi.

  • Permette di monitorare a distanza, in che modo?
Alcuni esempi:
- porre degli obiettivi: invece di valutare la resa in base alle ore o giornate del dipendente, la si può verificare nel raggiungimento di un obbiettivo che prefissato.
- comunicare in video chiamata. (nei casi dove sia davvero necessario dare la propria valutazione, lasciando la libera azione ai lavoratore).


Nella prossima pubblicazione la nostra GUIDA PRATICA per una postazione lavoro perfetta!
Continuate a seguirci.


Studio-IT Srls - P.I. IT05099940289
Sede Legale: Via privata del Gonfalone, 3 - 20123 Milano (MI)
Sede Amministrativa: via Roma, 96 - 35010 Vigodarzere (PD)
Sede Operativa - "Safety Training School": via A. Manzoni, 3/C - 35030 Rubano (PD)
T. +39 373 7783585 - mail. informazioni@studio-it.org - PEC. certificata@pec.studio-it.org
Torna ai contenuti